183
L'Inter di Simone Inzaghi è estremamente differente rispetto a quella di Antonio Conte e sì, sebbene il 3-5-2 sia il modulo da cui entrambi gli allenatori sono partiti per lo sviluppo del gioco in nerazzurro, oggi le due realtà sono completamente differenti. Ovvio, in parte tutto ciò è dovuto alla partenza di Romelu Lukaku che ha imposto a Inzaghi cambiamenti drastici, ma la differenza più importante la si può notare nell'utilizzo dei centrocampisti e delle mezzeali in particolare, divenute più centrali e più letali del passato. Uno su tutti? Nicolò Barella.

STESSO RUOLO, NUOVO RUOLO - Per capire la differenza principale rispetto alla passata stagione basta guardare e confrontare le heatmap e le touchmap di Barella in due differenti gare. Una semplice questione di posizionamento e, per questo abbiamo scelto due gare in cui comunque il centrocampist italiano è andato in gol: Inter-Juve 2-0 con Conte e Inter-Bologna 6-1 di sabato.


Come si nota dai due grafici relativi a Inter-Juve, lo sviluppo dell'Inter di Conte tendeva ad aprire le due mezzeali verso l'esterno in modo da lasciare spazio a Lukaku e Lautaro di abbassarsi centralmente e poi attaccare e occupare l'area di rigore. Barella in questa partita ha di fatto toccato più palloni lungo la linea laterale che non in mezzo al campo.

A differenza di Conte, Inzaghi tende ad allargare nello sviluppo non più i centrocampisti, bensì gli attaccanti con i mediani che, invece, hanno il compito di costruire e riempire l'area, a turno, quando i centravanti si spostano. È così che la zona di azione di Barella si è allargata diventando molto più centrale.

LETALE - Una trasformazione importante che in realtà ha reso Barella ancor più letale rispetto al passato. Ovvio, il percorso di maturazione del suo talento fa la sua parte, ma non basta a giustificare questi nuovi numeri. Oltre al gol segnato in 4 gare di Serie A a cui si aggiungono anche 3 assist, dati che restano nei tabellini, Barella è cresciuto anche in tutte le statistiche base. 9 contrasti vinti su 10, oltre il 50% dei duelli vinti sia di campo che aerei. L'85% di passaggi riusciti e 8 chances gol create. Numeri da leader, numeri da top nel suo ruolo. L'Inter si gode la nuova vita di Barella, ora manca solo il rinnovo.

@TramacEma