69
Una nuova vita, ancora da titolare inamovibile da leader di una difesa che sembra aver ritrovato stabilità e sicurezza. Joao Miranda è ancora una volta la prima scelta dell'Inter per guidare la propria difesa. L'acquisto di Milan Skriniar e la crescita esponenziale del centrale slovacco hanno bloccato gli acquisti programmati nel reparto e, con un ultimo rinforzo programmato soltanto in prestito di fatto Miranda è diventato intoccabile.

SALVATO DAL MERCATO - Ad inizio estate, infatti, l'Inter aveva programmato non solo uno, bensì due acquisti e di alto livello sul mercato. Oltre al già citato Skriniar, poi acquistato dalla Sampdoria, l'Inter aveva contattato anche Rudiger, Manolas e de Vrij nomi di primissimo piano a cui aggiungere i talenti in rampa di lancio Kimpembe, Davinson Sanchez e Issa Diop. Colpi programmati, ma bloccati dalle difficoltà economiche del club nerazzurro che di fatto si è visto costretto a rivedere i propri piani e riconfermare Miranda.

RESTA IN SCADENZA? -
Salvato dal mercato per Miranda rischia di aprirsi un nuovo importantissimo capitolo della propria carriera. Il contratto firmato con l'Inter è ancora lo stesso sottoscritto nel 2016 nel momento del suo approdo a Milano dall'Atletico Madrid. La scadenza programmata è il 30 giugno 2018, ma ora, ritornato centrale nei progetti del club, dovrà giocoforza risedersi attorno ad un tavolo per trattare il rinnovo. Lui in nerazzurro sta bene, ma contatti diretti per il suo rinnovo non sono mai iniziati. Il 7 settembre compirà 33 anni. Cosa deciderà di fare l'Inter? Rinnovare di altri due anni (almeno) o dire addio a parametro zero a fine anno?