217
"Qua". Tre lettere che sanno di promessa ai tifosi nerazzurri e al mondo Inter. Lautaro Martinez sta bene a Milano e non ha alcuna intenzione di lasciare una città diventata sempre più sua. Lo aveva detto in modi diversi e in altre occasioni nelle scorse settimane, lo ha ribadito oggi una volta in più attraverso i social, specchio del calcio moderno. Con una foto a bordo piscina condivisa su Instagram, dal terrazzo della sua casa a Milano. Un messaggio chiaro per chi avesse ancora qualche dubbio. 

CONFERME - Un tassello dopo l’altro, il Toro conferma in ogni occasione la sua voglia di nerazzurro nel momento più caldo dal punto di vista delle distrazioni, quello del calciomercato. Solo pochi giorni fa altre rassicurazioni erano arrivate dal suo agente Alejandro Camaño, che aveva parlato a FcInterNews del futuro del suo assistito, allontanando le voci di addio: “Ad oggi non ho nessuna ragione per pensare ci sia anche solo una possibilità che vada via dall’Inter. Nessuno ci ha detto nulla. La verità è che un giocatore che segna così tanti gol in una lega complicata come quella italiana non passa inosservato, ma restano 4 anni di contratto. Lui sta bene, è felice, si gode la squadra, la società, i compagni. Non ci sono ragioni per andare via. Il calcio professionistico sappiamo com’è, io oggi affermo questo e domani può cambiare tutto. Però ad oggi la situazione è quella descritta, il rinnovo è stato fatto per essere felici all’Inter". 
TRIO DEI SOGNI? - L’Inter, è cosa nota, ha bisogno di fare un sacrificio sul mercato per ripianare i conti. Marotta è al lavoro per regalare a Simone Inzaghi due pezzi da novanta come Dybala e Lukaku, con il belga che non aspetta altro che il ritorno alla base, per affiancare di nuovo il partner del diciannovesimo scudetto. Per forza di cose, i nerazzurri dovranno liberarsi di qualcuno davanti (a cominciare Alexis Sanchez), senza dover per forza sacrificare Lautaro Martinez.  Anche perché il nome del partente oggi pende sempre più verso la difesa, con Skriniar al centro dei radar del Psg (che potrebbe portare a un incasso di 80 milioni o poco meno). Una cessione importante, che permetterebbe però ai nerazzurri di annoverare un trio dal valore indiscutibile davanti. Per tentare l’assalto alla seconda stella.