Inter-Sassuolo 1-2

INTER

Handanovic 6:
Non vede partire la punizione-gol di Politano. Non può nulla sul raddoppio di Berardi, che si spegne all’incrocio.

Cancelo 5: Tradisce proprio in quella che potrebbe essere la sua ultima partita al Meazza. Mancano la partecipazione

Skriniar 5,5: Salta in modo goffo sulla punizione di Politano. Berardi se lo beve con una finta sulla rete dello 0-2.

Ranocchia 6: Il migliore del reparto arretrato. (Dal 77’ Borja Valero 6: Con lui in campo il pallone circola meglio, forse avrebbe meritato di partire dall'inizio).

D’Ambrosio 5: Giocate imprecise e tempi sbagliati. 

Brozovic 5,5: Stende ingenuamente Adjapong e regala al Sassuolo la punizione del vantaggio. Impegna Consigli con un bel tiro da fuori area. Perde una marea di palloni.

Vecino 5,5: Spalletti lo ha definito un tuttofare, ma fa tutto male, o meglio, non eccelle in niente. (Dal 71’ Eder 5: Spreca l’occasione del pareggio perché non anticipa la giocata con il sinistro e consente il recupero ad Acerbi. Poco dopo ci riprova, questa volta lo Mura Consigli.

Candreva 4,5: Al 34’ riesce quasi a rompere il tabù del gol, ma Consigli vola a deviare in angolo il suo insidioso. Gli ricapita una grande occasione dopo appena 3’ dall’inizio del secondo tempo, ma non calcia e spreca tutto. (Dal 58’ Karamoh 5: Entra al posto di un disastroso Candreva, riesce a fare altrettanto male, o quasi).

Rafinha 6,5: Gli capita una buona occasione per il possibile pareggio ma il suo tentativo dall’interno dell’area si spegne centrale contro le gambe di Consigli. Meno verticale del solito, ma è tra i pochi a conservare la giusta freddezza. Trova il secondo gol in nerazzurro.

Perisic 6: Serve a Icardi un pallone perfetto solo da spingere in rete. Si applica con buoni risultati e arriva spesso a crossare dal fondo, ma spesso a salve. 

Icardi 4: Consigli compie un miracolo tuffandosi in anticipo, ma se avesse attaccato il pallone con maggiore cattiveria e freddezza lo avrebbe spinto in rete. Bissa nella ripresa, sempre davanti a Consigli. Non il solito bomber, insomma. 

Spalletti 5: L'Inter arriva impreparata a quello che poteva essere l'impegno più importante dell'anno.

SASSUOLO

​Consigli 8: 
Volo plastico, più per i fotografi, a disinnescare il tiro di Brozovic, bello ma non angolatissimo. Molto più bravo quando nega il gol a Candreva. Miracoloso nel murare Icardi da zero metri, bissa, ancora sull’argentino, bloccando il pallone con il fondoschiena. Le prende proprio tutte e in ogni modo.

Lemos 6,5: Si allunga fino all’ultimo centimetro e con la punta anticipa Icardi solo davanti a Consigli. Buona presenza fisica, anche se spesso si accascia per crampi e si becca le proteste di Spalletti che gli dà dell’antisportivo. (Dall’84’ Letschert: s.v.)

Acerbi 7: Chiusura disperata prima su Icardi poi su Eder. Fa a sportellate per tutta la partita, ne esce vincitore.

Dell’Orco 6: Incerto in un paio di occasioni, ma bravo anche ad uscire a testa alta. Nessuno degli esterni nerazzurri gli provoca troppi fastidi.

Adjapong 7: Sua la chiusura in extremis su Candreva, con  il nerazzurro a tu per tu con Consigli. Domina la fascia in lungo e in largo.

Missiroli 6,5: Buone giocate da incursore ma anche bravo in interdizione.

Magnanelli 6: Rafinha gli scappa spesso alle spalle, ma contro il brasiliano sono molti quelli che vanno in difficoltà. Dona grande eqquilibrio.

Duncan 6,5: Dopo 13’ di gioco porta il primo tiro dei suoi verso la porta di Handanovic: impreciso. Ci riprova nella ripresa e impegna Handanovic da fuori area. Contro la sua ex fa sempre bella figura.

Rogerio 6: Inizio un po' timido, poi si scioglie pian piano e approfitta della scarsa vena di Candreva e Cancelo. 

Berardi 7: Da arancione il suo intervento su Skriniar, l’arbitro lo grazia. Scappa in contropiede e impegna Handanovic con un destro da posizione defilata. Si inventa un gol fantastico di destro: prima ubriaca Skriniar con una finta e poi scaraventa un gran destro all'incrocio. (Dal 79’ Ragusa: s.v.)

Politano 7: Sfrutta d’astuzia un calcio di punizione dai 20 metri calciando basso sotto la barriera. Corre dall'inizio alla fine e impegna da solo mezza difesa. (Dal 71’ Babacar 6,5: "Tiene la squadra alta con fisico e sportellate).

Iachini 7: Al Meazza con due '98 titolari. Mostra gran coraggio e alla fine viene premiato.