141
L'Inter sta attraversando un momento difficilissimo soprattutto a livello di gestione di uno spogliatoio che, per colpa del mercato, è diventato una polveriera. In tanti fra i giocatori hanno offerte più convenienti dal punto di vista contrattuale per poter lasciare Milano e lo hanno riferito alla società, ma Ivan Perisic, Antonio Candreva, Roberto Gagliardini e Joao Miranda non sono gli unici 'scontenti' di casa Inter. Anche Matias Vecino sta attraversando un momento simile a quello dei compagni.

TITOLARE, MA... - A differenza degli altri scontenti (Perisic a parte) Luciano Spalletti sta dando grande spazio al centrocampista uruguaiano, che però lo sta ripagando con prestazioni opache e prive di strappi. Il Vecino decisivo per la conquista della Champions League lo scorso anno e fondamentale nelle prime gare di questa edizione della coppa non si vede e più e dietro le ultime prestazioni sottotono c'è anche il mercato.
OFFERTA - Anche a Vecino, infatti, è stata presentata secondo il Corriere dello Sport un'offerta importantissima per poter lasciare l'Inter già in questi ultimi giorni di mercato. Il club nerazzurro lo sa e ha ribadito che non accetterà addii in prestito, ma solo a titolo definitivo. Soprattutto per Vecino, di fatto un titolare in una zona del campo già in grande emergenza, servirebbe infatti anticipare l'acquisto di un sostituto all'altezza. Barella è il candidato ideale (e ieri era a Milano con Nainggolan ndr.), ma la richiesta del Cagliari è altissima. Vecino dovrà portare un'offerta importante per consentire il suo addio altrimenti, come per Perisic, sarà obbligato a restare in nerazzurro.