Roberto Mancini, allenatore dell'Inter, parla ai microfoni di Sky poco prima del derby con il Milan: "Thohir è sempre molto positivo, anche nei momenti più difficili. Oggi è venuto a salutare la squadra e questo ci ha fatto molto piacere. Sa che per costruire qualcosa di importante ci vuole un po' di tempo. Gnoukouri titolare? Lui lavora con noi da un po', non è un ragazzo che soffre d'ansia ed è già entrato domenica scorsa. Non ha particolari pressioni, quando hanno occasioni questi ragazzi devono sfruttarle al volo. Se c'è qualche analogia con l'esordio di Balotelli? E' diverso, lui era attaccante e probabilmente aveva meno responsabilità".

Thohir è in Italia: "Se mi confronterò con lui nei prossimi giorni? Intanto pensiamo al derby. Poi resterà qui dieci giorni e sicuramente ci confronteremo".

Poi, ai microfoni di Mediaset, Mancini parla di Shaqiri: "La sua esclusione? Abbiamo investito su di lui, ha cambiato campionato e metodi di allenamento. È normale che, dopo un buon inizio, abbia avuto un calo. Sa che può dare di più, non ci sono problemi con lui. Sento in giro voci strane…".