21
Nel pre partita di Juventus Inter, l'amministratore delegato nerazzurro, Beppe Marotta, ha parlato ai microfoni di Sky

Quali sono le sue emozioni quando affronta la Juve? C’è voglia di rivalsa?
“Veniamo qui da campioni d’Italia ed è una cosa insperata che ci dà grande soddisfazione. È insito nel mio lavoro iniziare qualcosa e poi concluderla, perché fa parte del nostro lavoro da manager. Ma sono felice di aver iniziato un ciclo con Zhang, in una società con un grande palmares. Quella di stasera è una partita da onorare nel migliore dei modi”.

Oggi ci sarà anche Zhang.
“Quando si vince c’è sempre una forte emozione. Questo scudetto è giunto in modo insperato nelle tempistiche. Stiamo ancora godendo di questo traguardo. Zhang è a Milano da qualche settimana, non dimentichiamoci che questo è il derby d’Italia ed è giusto che il presidente sia vicino”.
Che sentimento ha verso la Juventus? Qualcuno a Torino si è pentito per non averla trattenuta?
“Devo dire che si è voltata pagina. Vale per allenatori, calciatori e dirigenti. Il passaggio all’Inter ha generato in me tanti stimoli e motivazioni, tutto coronato dal traguardo raggiunto. A posteriori dico che è bello vincere”.

Che distanze ci sono tra l’Inter e Conte?
“Conte è un vincente e lo ha dimostrato proprio con l’Inter. I vincenti sono ambiziosi ed è chiaro che il suo ciclo, che è iniziato bene, vorrà migliorarlo. Nel corso della prossima settimana ci sarà l’incontro tra lui e il presidente, in cui si confronteranno. Credo e spero si possa continuare”