42
L'Inter andrà avanti con Simone Inzaghi a prescindere dal risultato della partita con il Barcellona. Lo ha assicurato Beppe Marotta, amministratore delegato dei nerazzurri, a Mediaset Infinity prima della sfida di Champions League.

SERATA GIUSTA PER RIPARTIRE - "Sicuramente è una gara che vale molto a livello emotivo, un risultato ci darebbe autostima per il prosieguo della stagione E' un banco di prova per trovare le certezze smarrite in questi mesi".

INZAGHI - "Confermato comunque vada? Sicuramente sì. Dobbiamo ritrovare le certezze. Dobbiamo ritrovare queste cose che sono fondamentali".

COME RISOLVERE I PROBLEMI - "Sarebbe facile dire con i risultati, con le vittorie. Queste arrivano se siamo al massimo a livello di gioco, riducendo gli errori, con le forti motivazioni che rappresentano un forte senso di appartenenza".
L'ALTERNANZA ONANA-HANDANOVIC - "Non sarebbe meglio decidere uno che gioca coppa e uno campionato? Sì, ci sta ma è una scelta che compete all'allenatore. La stagione è lunga, ci sono diverse competizioni da affrontare. Io ho vissuto il dualismo Buffon-Szczesny, se c'è l'intelligenza dei protagonisti e la chiarezza dell'allenatore non ci sono problemi".

SKRINIAR INFASTIDITO DALLE VOCI DI MERCATO? - "Le turbative danno fastidio, io dico che sono dei professionisti ma anche dei ragazzi sottoposti a questo genere di pressioni. Sarebbe meglio ridurre le finestre di mercato, ma questa è una stagione anomala col Mondale di mezzo. Skriniar rappresenta una certezza della nostra squadra".

PAURA DEI FISCHI DI SAN SIRO? - "Conosco molto bene la nostra tifoseria che ci è sempre stata vicino, poi bisogna avere anche l'umiltà di accettare le critcihe. Stasera riusciranno a incitarci, anche se sarà un esame difficilissimo contro un avversario forte. I ragazzi daranno il meglio per dare soddisfazione agli spettatori".