112
Dopo la vittoria contro lo Spezia Paulo Fonseca non ha voluto dire nulla su Dzeko: "Non voglio parlare, non risponderò più" ha spiegato l'allenatore. Segno che con Edin è finita per davvero. A Trigoria è scoppiato un caso, proprio a pochi giorni dalla fine del mercato. Fonseca ha dimostrato che la Roma può fare a meno anche del suo capitano: con i due squilli di ieri Borja Mayoral si candida a un posto da titolare nelle gerarchie giallorosse.

IL PALLINO - Su Dzeko invece è (ri)spuntato l'interesse di Inter e Juventus, due società in cerca di un attaccante e che - prima una, poi l'altra - nelle scorse sessioni di mercato erano state vicino al bosniaco. I nerazzurri cercano un vice Lukaku, il profilo di Edin Dzeko piace molto ad Antonio Conte e l'Inter ci era andata vicina già nell'estate in cui era alle prese con la cessione di Mauro Icardi. Oggi la situazione è cambiata, la 'patata bollente' ce l'hanno i giallorossi e non più i nerazzurri, che valutano come muoversi nell'ultima settimana di mercato.

NIENTE SCAMBIO - La situazione economica del club non è delle migliori, Beppe Marotta è al lavoro per piazzare Eriksen: possibilmente incassando qualcosa, ma si accontenterebbe anche di un prestito momentaneo per risparmiare - almeno - un ingaggio da circa 7 milioni di euro. Per questo, al momento i nerazzurri non intendono portare avanti la trattativa per uno scambio alla pari con Dzeko, che ha lo stesso stipendio di Eriksen e a livello economico non ci guadagnerebbero nulla. 
WIN-WIN - Questa al momento è la posizione dell'Inter, che però potrebbe cambiare negli ultimi due giorni di mercato: se non dovessero riuscire a trovare una sistemazione ad Eriksen potrebbero pensare davvero di metterlo sul piatto in cambio del bosniaco. In quel caso a guadagnarci sarebbero tutte le parti: a Roma arriverebbe un top player a centrocampo (e con lo stesso ingaggio di Dzeko), Antonio Conte avrebbe un vice Lukaku e non dovrebbe più trovare a tutti i costi un ruolo a un giocatore che, secondo lui, non è funzionale al suo gioco.

L'IDEA JUVE - Alla finestra però c'è anche la Juventus. Lì, in attesa. Pronta a intervenire se dovesse esserci l'occasione giusta per affondare il colpo. I bianconeri, così come l'Inter, sono in attesa di una punta per completare il reparto offensivo. Nell'estate scorsa Paratici è stato a un passo da Dzeko: col giocatore c'era l'accordo totale e serviva un solo tassello per sbloccare il suo arrivo a Torino, ma il mancato arrivo di Milik a Roma ha fatto saltare tutto. Qualche mese dopo i bianconeri possono riprovarci. Più lontana l'ipotesi West Ham: l'attaccante a Roma sta bene ma la rottura con l'allenatore lo allontana dalla capitale, e se dovesse andare via vorrebbe farlo per un top club. Proprio come Inter e Juve.