77
Dopo il pesantissimo ko interno contro il Cagliari, parla l'allenatore dell'Inter, Walter Mazzarri, che a fine gara è uscito dal campo accompagnato dalle bordate di fischi da parte dei tifosi nerazzurri, e che, durante il match, in un labiale mostrato da Sky, era stato beccato a dire, della sua squadra: "Non abbiamo le p....". 

'HO SBAGLIATO IO" - "Probabilmente ho sbagliato alcune valutazioni di turnover - spiega Mazzarri ai microfoni di Sky -. La squadra si era espressa benissimo mercoledì e ho fatto giocare alcuni che erano alla terza-quarta partita: s'è visto. Il Cagliari erano più veeementi e arrivavamo sempre in ritardo. Inoltre Osvaldo o Palacio devono ancora torvare la condizione, con Icardi recuperato solo in extremis. Non volevo nemmeno cambiare l'aspetto tattico e così è venuto il gol dello svantaggio. Poi siamo rimasti in dieci. Una squadra esperta lì aspetta e non prende quattro gol, per po riprovare a recuperare. E' una lezione che servirà a tutti, bisogna ripartire forte: chiacchierare poco e fare i fatti".

DELUSIONE VIDIC - Su Vidic, oggi molto deludente, come tutta la difesa nerazzurra: "Lui è uno di quelli che ho fatto giocare troppo. Si perde lucidità, ma non era l'unico. Me ne assumo la responsabilità. Qualcuno non regge tre partite di seguito e abbiamo preso questa brutta sconfitta. Ora l'importante è capire e ripartire. Per assurdo, nel secondo tempo si è giocato meglio. Ma ormai era tardi".
NAGATOMO ESPULSO - Sull'espulsione di Nagatomo: "Un allenatore che perde 4-1 e poi commenta certe cose... E' chiaro che sarebbe cambiato qualcosa, probabilmente non avremmo preso 4 gol, ma lasciamo perdere. Errore di Nagatomo? Lui ha fatto l'errore sul primo gol. La prima ammonizione mi dicono che poteva essere evitata, ho visto anche dei falli del Cagliari non sanzionati. Ma l'importante è quell oche ho detto prima: ci sono stati degli errori e bisogna voltare pagina".

Poi, ai microfoni di Mediaset Premium, Mazzarri aggiunge, come riporta FcInternews.it: "Ho visto che non eravamo i soliti. Tre giorni fa eravamo perfetti, oggi si vedeva che non eravamo lucidi. Dovevo far riposare qualche giocatore in più e oggi in campo si è visto. Poi quando le cose vanno malle tutto sembra sempre peggiore della realtà. Nel secondo tempo non si è fatto altri danni evitando la goleada. Ci deve servire per ripartire subito. Processi? Chi fa questo mestiere sa che esistono sempre. A me dispiace per i tifosi che soffrono. E' una brutta sconfitta, in casa per di più. Cerchiamo di rifletterci sopra e reagire subito giovedì. Io non so se si era illuso i tifosi, ma sicuramente non immaginavo di fare una gara del genere e già l'ho detto ai ragazzi. Vidic? Nel calcio capitano gli episodi, forse non doveva giocare un'altra partita senza lucidità e freschezza fisica. Tutta la squadra è andata in difficoltà, sembravao imbambolati, ma la colpa me la prendo io. Al di là dell'ammissione di colpa, va ricordato che eravamo in 10 e non abbiamo avuto il tempo di adattare. Poi ho messo il 4-3-2 e tutto è cambiato. Il Cagliari poi viaggiava sulle ali dell'entusiasmo ed è per questo che abbiamo sbagliato delle letture, se a ciò si aggiunge la stanchezza abbiamo il quadro della partita di oggi. La partita di oggi è troppo brutta per essere vera. E' la prima volta di poter fare poco per sistemare. Questa lezione servirà a tutti, me incluso. Prendiamo la sconfitta, che però non è una tragedia. Questa mi farà riflettere sicuramente".
 
Get Adobe Flash player