9

Il tecnico dell'Inter Walter Mazzarri si è concesso ai microfoni di Radio Marte ed ha parlato delle prospettive dei nerazzurri per la prossima stagione.

SUL PROSSIMO ANNO - "L'anno prossimo sarà l'inizio di un ciclo, come quest'anno se ne è chiuso uno con l'addio di alcuni giocatori importanti. Però preferisco aspettare il calciomercato prima di parlarne. Lo scudetto? I numeri di questo campionato parlano da soli: le prime tre hanno dimostrato di essere superiori ed hanno situazioni societarie per cui possono solo migliorare. Saranno sicuramente protagoniste".

SU INSIGNE - "Sono molto felice per lui, le sue doti non sono mai state in discussione. Lo feci esordire in massima serie a Livorno quando aveva 19 anni. Lorenzo è un grande professionista, è un ragazzo serio, ha doti importanti ma è anche migliorato. Già con me aveva sempre giocato, è ulteriormente cresciuto quest'anno dopo un'ottima stagione. La sua convocazione ai Mondiali è un successo per tutti coloro che hanno creduto in lui. Sono fiero di aver partecipato alla sua valorizzazione

SU RANOCCHIA - "Andrea ha avuto solo un momento particolare, ma poi ha disputato un grande finale di stagione, sono contento che sia legato, in qualche modo al carro brasiliano, non era così scontato, era difficile".