32

L’allenatore dellInter Walter Mazzarri ha presentato in confererenza stampa la gara di domani a Trieste contro il Cagliari:

Ha avuto poco tempo per preparare questa partita? "Non cerco scuse, domani bisogna fare una grande partita. In generale, direi di fare le cose per tutti uguali. Non abbiamo nemmeno 72 ore per recuperare".

Come si concilia la continuità di rendimento col turnover? "Oggi è l'unica volta in carriera in cui non ho potuto dare nemmeno le maglie, è tutto in alto mare fino a domani mattina. Non ho potuto parlare nemmeno con gli undici. Vorrei tenere la fisionomia di un certo tipo cambiando il giusto, ma Jonathan - ad esempio - l'ho cambiato sfinito. Idem Cambiasso. Ho poco tempo per recuperare, lo stesso Palacio era stanco al termine della gara contro la Fiorentina. Alvarez è in una situazione simile. Devo schierare la squadra che mi darà più garanzie".

Questa di Trieste è la partita più difficile da approcciare? "Il Cagliari ha un bravissimo allenatore, Lopez fa giocare bene la sua squadra. I giocatori sono di alto livello, è una formazione forte. Se non stiamo attenti e non facciamo tutte le cose al meglio potrebbe essere la classica buccia di banana. E' difficile da interpretare".

E' il momento di Kovacic? "E' l'unica certezza, l'ho detto subito dopo la gara contro la Fiorentina. Quando l'ho fatto giocare a Catania si vedeva che era molto indietro, ma nell'ultima ha fatto molto bene. Merita di partire dall'inizio".

E' stupito di questo avvio dell'Inter? "Quando inizio un percorso cerco di dare tutto me stesso. L'annata con me parte giocandoci tutte le partite, non mi pongo mai obiettivi. Quando arrivo in un'azienda voglio valorizzare tutti i calciatori al massimo".

 

Get Adobe Flash player