28
Sono passati solo otto giorni dalla chiusura del mercato, ma è già ora di pensare alle prossime finestre. Quella di gennaio e quella estiva, per i grandi club tutt'altro che lontana. Pianificare è la parola d'ordine, soprattutto se si tratta di giocatori molto ambiti, per i quali la concorrenza è forte. E' il caso di Nikola Milenkovic, difensore centrale della Fiorentina, obiettivo comune di Milan e Inter. L'ex giocatore del Partizan ha deciso di non rinnovare il contratto in scadenza nel 2022, motivo per il quale, come anticipato da Pradé, verrà messo sul mercato.

INTER - Milenkovic era considerato la prima scelta di Marotta e Conte in caso di addio di Skriniar. Il Tottenham non ha però soddisfatto le richieste dell'Inter per lo slovacco, per questo una possibile trattativa con i viola è slittata al 2021. La strategia dell'Inter non è però destinata a cambiare: senza l'addio di un big in difesa è difficile pensare a una proposta che possa avvicinarsi alla richiesta della Fiorentina, anche se destinata a scendere rispetto ai 40 milioni di qualche settimana fa. Non a caso il club nerazzurro studia le alternative, al momento più economiche: Izzo del Torino e Vanheusden dello Standard Liegi, passato dall'Inter e per il quale l'Inter ha la possibilità di riacquistarlo per 20 milioni. 
MILAN - Per il Milan Milenkovic è la prima scelta, i contatti con il suo agente Fali Ramadami sono continuati anche dopo la deadline del 5 ottobre. Maldini e Massara avrebbero chiuso altri giocatori, Kabak dello Schalke e Simakan dello Strasburgo su tutti, solo a condizioni favorevoli, non è stato possibile farlo, per questo nella prossima finestra di mercato potrebbe esserci un nuovo tentativo per il serbo, soprattutto se il Milan sarà in piena corsa per un posto Champions e alla fase a eliminazione diretta di Europa League.  Ora tocca a Romagnoli e Kjaer, più Musacchio, Gabbia e Duarte. Un reparto destinato a rinnovarsi nel 2021.