La Gazzetta dello Sport parla di Radja Nainggolan e spiega come il centrocampista belga si stia pian piano ritrovando dopo la temporanea sospensione che gli aveva riservato l'Inter in seguito ai suoi reiterati ritardi agli allenamenti. 

“Dopo la squalifica e l’audio circolato sui social con Radja che rimpiange Roma, è arrivato il patto nerazzurro. Così Radja, che era uscito dai social per evitare pericolose scivolate, è rientrato con le acque calme pubblicando una foto del primo allenamento dell’anno. Fondamentali sono state anche le vacanze di Natale passate a Cagliari, tra famiglia e amici. Hanno infatti ridato al belga una dimensione normale, quello che l’Inter chiede. E un significato simbolico hanno avuto gli allenamenti al buio e da solo, con i colori nerazzurri addosso, lungo la spiaggia del Poetto. Radja ha chiesto fiducia, la società ha deciso di fidarsi ma solo a certe condizioni. Questo è il patto. Che il belga in questo inizio di 2019 sta rispettando eccome. Ad Appiano raccontano di allenamenti fatti al massimo e di lavoro quasi personalizzato per rimetterlo definitivamente in sesto. Un tagliando fatto su misura. Perché domani c’è il Benevento, ma il primo obiettivo è il Sassuolo, non sfidato all’andata per colpa dell’infortunio in precampionato. Poi serviranno 5 mesi di fuoco: Radja non si muove, ma deve essere ad altezza Inter”.