2
Il ritiro dell'Arsenal e il rischio che avrebbe comportato una trasferta così lunga hanno indotto l'Inter a rinunciare alla tournée americana. Gli organizzatori della Florida Cup hanno capito la posizione dei nerazzurri e nonostante il forfait, scrive la Gazzetta dello Sport, non ci saranno penali da pagare. 

“Il timore di pagare penali salate aveva, comunque, fatto tentennare l’Inter: quando ancora in Florida era l’alba, l’intendimento del club era quello di partire nonostante tutto. Con il passare delle ore, però, la decisione ha cambiato colore e tutto pare essersi risolto senza nuovi interventi degli avvocati in punta di diritto. Ci si è lasciati in amicizia nella speranza di rincontrarsi presto: con molta probabilità, l’arrivo dell’Inter a Orlando è solo rimandato. Nell’estate del 2022, compatibilmente alla definitiva uscita dall’incubo pandemia, i nerazzurri compiranno l’obbligo contrattuale. Al momento, quindi, ci si concentra sulle fatiche domestiche: si organizzerà almeno un’amichevole la settimana prossima, quella in cui era prevista la tournée. L’avversario sarà italiano e niente voli: la località sarà raggiunta in pullman”.