327
Brutte notizie arrivano per Suning dalla chiusura del bilancio annuale. La società cinese che è proprietaria dell'Inter, ha infatti chiuso in forte passivo il report al 30 giugno 2022 con alcune cifre, legate alla situazione debitoria, che preoccupano addirittura per la continutà aziendale.

DEBITI SCADUTI - Nella semestrale riportata da Calcio e Finanza, i ricavi risultano corllati del 60% mentre in aumento sono le perdite. Quello che però è il dato più preoccupante sono i debiti scaduti al 30 giugno per 4,2 miliardi di euro.

CONTINUITA' AZIENDALE - Nel bilancio si legge che: "Gli eventi o le circostanze di cui sopra indicano che potrebbero sussistere significative incertezze che potrebbero far sorgere dubbi significativi sulla capacità del Gruppo di continuare a operare". Per uscire da questo empasse il gruppo ha già stabilito che si prevedono cessioni di partecipazioni in altre società al fine di avere introiti freschi di cassa e rimborsare di debiti nei 12 mesi successivi.