86
Nel giro di due giorni, l'Inter ha vinto lo scudetto e il Paris Saint Germain ha fallito per l'ennesima volta il suo grande obiettivo, la Champions League, competizione dalla quale è stato estromesso dal Manchester City in semifinale. Al netto del fatto che il Psg è ancora in lotta serrata per la conquista del campionato (è secondo a -1 dal Lille a tre giornate dal termine), non c'è dubbio che l'eliminazione dalla Champions apra di fatto, per i parigini, la stagione del mercato. E dal rinnovo di Neymar alla possibile cessione di Mbappé, passando per il futuro di Icardi e Kean, sono tanti in casa Paris i nomi sul taccuino per possibili spostamenti in entrata e in uscita. 

IL NO DELLA JUVE, POI L'INTER - Fra questi c'è anche quello di Leandro Paredes, centrocampista ex Boca Juniors, Chievo, Empoli, Roma e Zenit San Pietroburgo. Un anno fa era stato il Psg a offrire il giocatore alla Juventus, in uno scambio che poteva coinvolgere Miralem Pjanic, con i bianconeri che poi avevano optato per la mega plusvalenza realizzata con il Barcellona nello scambio con Arthur, mentre a gennaio di quest'anno è stata l'Inter a sondare il terreno per il classe 1994 di San Justo. Su espressa volontà e richiesta di Antonio Conte, Paredes era stato individuato come l'elemento in grado di sostituire nella rosa nerazzurra Christian Eriksen, che in quel momento era di fatto fuori dal progetto Inter e sul mercato.

ANCORA NEL MIRINO - Da gennaio, molte cose sono cambiate, a partire dalla crisi societaria dell'Inter per finire con lo scudetto conquistato e con le ambizioni rilanciate dagli interventi post-vittoria di Zhang junior e senior. Dal punto di vista tecnico, poi, è cambiato il rapporto con Eriksen, che è passato da peso di cui liberarsi a valore aggiunto della squadra, per merito suo e di Conte. Il danese è passato da possibile partente e probabilissima conferma per prossima stagione. Detto questo, l'apprezzamento di Conte e dell'Inter per Paredes resta, e in un centrocampo che ha bisogno di aumentare il suo tasso tecnico e la sua esperienza a livello internazionale, per una Champions da protagonisti, Paredes potrebbe essere aggiunto ad Eriksen, invece che il sostituto. L'argentino resta quindi tra i possibili obiettivi dell'Inter per il prossimo mercato (alle spalle di Kanté, l'obiettivo numero uno di Conte), anche se la decisione sarà soprattutto del Paris Saint Germain, club nel quale Paredes ha in Pochettino non solo un connazionale, ma anche un grande estimatore.