337
Dopo aver raggiunto l'accordo per il grande ritorno di Romelu Lukaku dal Chelsea, l'Inter deve pensare anche alle cessioni, in particolare nel reparto offensivo che allo stato attuale conta cinque giocatori (considerando ormai certo l'arrivo del belga) per soli due posti. Troppi, sia economicamente che sul piano strettamente sportivo; soprattutto per chi, come ammesso dallo stesso amministratore delegato, Beppe Marotta, vorrebbe inserire nell'organico anche Paulo Dybala. Mentre l'uscita di Alexis Sanchez era già programmata, a prescindere dagli acquisti, non era nei piani iniziali quella di uno tra Edin Dzeko e Joaquin Correa, messi sul mercato solo per provare davvero a formare quel super tridente che i tifosi nerazzurri ora sognano. 

SANCHEZ - Il cileno sapeva già da tempo di doversi trovare una nuova sistemazione e anche se al momento non c'è nessuna trattativa avanzata per l'addio, è solo questione di tempo e di soldi. Sanchez ha rifiutato alcune proposte come quella arrivata dal Galatasaray perché vuole restare in un campionato competitivo e non ridursi lo stipendio. A facilitare tutto, potrebbe essere una buonuscita pagata dall'Inter, soluzione non gradita in viale della Liberazione ma presa in considerazione se i tempi della sua partenza si dilatassero. 

CORREA - Sarebbe paradossale se a fare posto a Dybala fosse proprio El Tucu, che con Paulo ci ha passato gran parte delle vacanze a Miami. Le possibilità che ciò accade però non sono elevate. Prima di tutto perché Correa è pupillo di Simone Inzaghi, che lo ha voluto fortemente dalla Lazio e in più, l'argentino è costato 31 milioni di euro; ci vorrebbe una cifra simile per lasciarlo partire e al momento non ne sono arrivate, nonostante l'interesse mostrato dal Marsiglia.
DZEKO - Il giocatore che potrebbe essere decisivo per il possibile tridente Lukaku-Lautaro-Dybala è proprio Edin Dzeko. Sul campo, il posto lo ha già metaforicamente lasciato al centravanti belga. Economicamente parlando invece, farebbe spazio all'ex numero 10 della Juventus. Il bosniaco guadagna 5 milioni di euro ed è uno dei motivi per cui non sarà facile, all'età di 36 anni, trovare una squadra disposta a garantire lo stesso stipendio. La Juventus e soprattutto Massimiliano Allegri lo avrebbero preso volentieri l'estate scorsa, pensare che possa farlo oggi, facendo un favore ai nerazzurri e di fatto facilitando l'arrivo di Dybala, è difficile da credere.

Due tra questi, o meglio, Sanchez più uno tra Dzeko e Correa devono uscire per fare spazio a Dybala. Ci sarebbe anche un'altra soluzione, quella però meno probabile perché non voluta da nessuno, né dalla dirigenza ma nemmeno dallo stesso giocatore. Ovvero la cessione di Lautaro Martinez nel caso arrivasse una grande offerta. Opzione, al momento che l'Inter non ha nessuna intenzione di prendere in considerazione.