28
L’Inter organizza le future mosse di mercato e si guarda attorno per consegnare nelle mani di Conte un reparto offensivo che possa garantire tanti gol ma anche un utile turnover. La stagione ancora in corso insegna: Lukaku non ha mai avuto un valido ricambio e anche per questo motivo è arrivato a gennaio privo di energie. Esposito alla prima stagione in prima squadra ha fatto bene, ma non è stato sufficiente a soddisfare le esigenze di Conte, chiamato a lottare per il vertice. Lautaro, invece, almeno sulla carta, avrebbe potuto contare su Sanchez come alternativa, ma il cileno ha vissuto un’annata complicata, anche per via degli infortuni.
RADAR SU CUNHA - Di quell’attacco, solo Lukaku sembra destinato a non lasciare il nerazzurro. Ausilio e Marotta avranno un bel da fare per rivoluzionare il reparto e il loro sguardo volge soprattutto all’estero, dove c’è qualche profilo che può fare al caso della società di viale della Liberazione. Non solo Cavani, l’interesse per l’uruguaiano è noto, ma l’Inter torna a guardare in casa dell’Hertha Berlino, nonostante l’acquisto della scorsa estate (Lazaro) non abbia mantenuto le aspettative. Ad attrarre le attenzioni dell’Inter è Matheus Cunha, attaccante brasiliano classe ’99. Finora i suoi numeri non sono stati da goleador, ma i nerazzurri sono convinti che presto Cunha crescerà anche da quel punto di vista. Convinzione che ha anche il suo club di appartenenza, tanto che il prezzo del suo cartellino potrebbe già attestarsi attorno ai 35-40 milioni di euro. Tanti, probabilmente troppi per l’Inter, che però ne osserva la crescita con fare interessato.