39
Allegri lo ha spiegato in conferenza stampa: «Inter-Juve è una di quelle partite in cui bisogna mostrarsi», anche per il prestigio e la bellezza dello stadio. E mostrarsi a volte può significare anche rischiare un po’, disporsi a viso aperto per pensare prima di tutto alla vittoria, dato che un pareggio servirebbe a poco. A entrambe le formazioni. Scorrendo le probabili formazioni si evince come i bianconeri sembrino intenzionati a schierare Cuadrado (terzino) e Douglas Costa (ala) sulla fascia destra, mentre a sinistra dovrebbero esserci Alex Sandro e Mandzukic. 

LAVORO DOPPIO PER PERISIC E CANDREVA - Difficile leggere le partite prima che abbiano inizio, ma a guardare le anticipazioni viene in mente che le corsie laterali dell’Inter potrebbero essere molto sollecitate, con Candreva e Perisic chiamati al doppio lavoro di copertura e ripartenza, perché lasciare Cancelo e D’Ambrosio soli contro Mandzukic e Douglas Costa sarebbe un errore imperdonabile e in più ci sono le avanzate di Alex Sandro e Cuadrado da tenere a bada. Non sarà facile, sicuramente sarà dispendioso dal punto di vista delle energie. 

INTER DA RIPARTENZA - Servirà un’Inter compatta, con le linee cortissime. E decisivo sarà anche l’apporto di Rafinha in fase di non possesso, quando dovrà abbassarsi  per aiutare Vecino e Brozovic, in inferiorità numerica contro Khedira, Pjanic e Matuidi. L’Inter potrà sfruttare le ripartenze e nella zona centrale del campo, Icardi potrebbe creare più di un problema al 36enne Barzagli. Ma le sfide più belle potrebbero essere proprio quelle sulle corsie laterali, dove si apprestano a nascere uno contro uno a tutto campo. Un bel banco di prova per tutti.