50
L’inter ha lacune di rosa non ancora risolte e una in particolare se la trascina dietro dalla passata stagione. Ai nerazzurri manca un vice Lukaku o comunque una quarta punta di cui Antonio Conte possa fidarsi. La fatica cui è esposto il centravanti belga è evidente, per il tecnico salentino, Lukaku, è imprescindibile e per questo motivo non lo toglie mai dal campo. Ma le gambe del gigante ex United non sempre reggono il carico e l’assenza di un’alternativa valida apre un tema che gli uomini mercato dovranno affrontare a gennaio.

QUARTA PUNTA POCO CONSIDERATA - Sì, perché nelle gare finora affrontate (cinque di campionato e una di Champions), Andrea Pinamonti ha avuto a disposizione appena 18 minuti per mettersi in mostra. E quando è entrato in campo, lo ha fatto al posto di Lautaro Martinez. Sembra di rivivere un po’ quanto accaduto la passata stagione con Sebastiano Esposito, con la differenza che Pinamonti ha dalla sua tre anni in più e una maggiore esperienza in A, che evidentemente non bastano a rassicurare Antonio Conte.
VIA SOLO PER GIOCARE - Ecco perché ci sono alte probabilità che a gennaio la punta di Cles finisca nuovamente sulla lista dei partenti. Già negli ultimi giorni di mercato, l’Inter, aveva provato a imbastire uno scambio di prestiti col Parma, che avrebbe portato a Milano Gervinho. Un calciatore comunque diverso da Lukaku, ma che Conte ritiene importante per la gestione dei minuti finali delle partite, quando la rapidità dell’ivoriano risulta molto pericolosa nelle ripartenze. A settembre c’era stato il no di Pinamonti e di Raiola, perché in Emilia ci sono già due punte come Inglese e Cornelius. L’entourage del calciatore studia una soluzione e la condizione rimane la stessa rispetto a settembre scorso: se si sposta, lo farà per andare in una squadra che gli garantisca la titolarità.