703
L'Inter guarda in avanti e pianifica il futuro: annunciato Gosens e già preso Onana, è in pole per Bremer e Frattesi e sta lavorando sugli ultimi rinnovi in agenda. I nerazzurri guardano il mercato e sorridono, pensando anche alla chiusura del bond da 415 milioni di euro annunciato ieri. I vertici di Goldman Sachs hanno spiegato che, i soldi già nelle casse e quelli legati all'operazione Oaktree, basteranno ai nerazzurri come liquidità in vista di eventuali necessità nei prossimi due anni. 

I CONTI NERAZZURRI - Lo riporta Calcio e Finanza, secondo il quale durante i colloqui con gli investitori sono intervenuti i dirigenti dell'Inter ma anche il Managing Director della banca americana Greg Carey. Sono più o meno 264 i milioni di liquidità nelle casse dell'Inter a disposizione se ci fosse bisogno nelle prossime due stagioni. Ai 133 milioni già presenti alla fine del 2021, se ne sono aggiunti 131,6, riferiti alla liquidità nelle casse della holding di Lussemburgo Grand Tower che Suning usa per gestire l'Inter, e in cui è confluito il finanziamento da 275 milioni garantito dal fondo staunitense Oaktree.

PRESTITO - Il prestito a Suning, non è garantito né dall'Inter né da nessun patrimonio del club nerazzurro, ma è garantito parzialmente da pegno di azioni su Great Horizon S.r.l., Grand Sunshine S.r.l., Grand Tower, Inter e International Sports Capital S.p.A.