59
Sarà un mercato di gennaio particolarmente importante quello dell'Inter, chiamata ad accontentare le richieste di Antonio Conte per allungare una panchina oggi non considerata dal tecnico all'altezza di quelle di Juventus e Napoli e necessaria per giocarsela fino in fondo per lo scudetto. Oltre a un centrocampista, con i profili di Matic e Rakitic in prima sfila, il tecnico nerazzurro potrebbe chiedere a Marotta e Ausilio uno sforzo anche per un attaccante in più, considerando i fastidi alla schiena che hanno accompagnato le ultime settimane dell'intoccabile Lukaku e l'infortunio, ancora tutto da valutare, subito da Alexis Sanchez con la sua nazionale.

VECCHIO PALLINO - Rimane nel mirino Thomas Muller, che non è soddisfatto del suo attuale impiego al Bayern Monaco e medita l'addio già nei prossimi mesi: il tedesco è stato sondato dall'Inter pure l'estate scorsa e può essere il classico colpaccio di metà stagione, per qualità tecniche e caratteriali. C'è poi un piano B che conduce a un altro pallino di vecchia data del club nerazzurro, ossia l'attaccante dell'Udinese Kevin Lasagna. Finito un po' ai margini nelle scelte recenti di Tudor, che gli ha preferito prima Nestorovski e poi Okaka, l'ex Carpi ha le caratteristiche che fanno al caso del gioco di Conte, diverse da quelle di Lukaku ma comunque preziose per sviluppare la manovra offensiva in particolare. Ha perso il posto in Nazionale e un trasferimento all'Inter può essere la grande occasione anche per recuperare la stima di Roberto Mancini.