136
L’idea stuzzica e non da oggi. Perché, all’Inter, Franck Kessié è sempre piaciuto. I nerazzurri hanno provato a portarlo dall’altra parte di Milano in tempi non sospetti. E di sicuro, ci riproveranno per sfruttare un allineamento di circostanze favorevoli. 

OPERAZIONE COMPLESSA - Intanto le coordinate. L’operazione non è semplice ed eventualmente serviranno tempi lunghi, (come vi abbiamo raccontato QUI). Punto di partenza. L’ex centrocampista del Milan vuole concludere la stagione attuale al Barcellona e solo successivamente ragionare sulle possibilità di un trasferimento. Soprattutto, di un trasferimento all’Inter, che avrebbe del clamoroso. Come sempre nel mercato, più le tempistiche si dilatano, più l’imprevedibile è dietro l’angolo: l’Inter monitora la situazione e intanto resta vigile.
I COSTI - Il corteggiamento dell’Inter al centrocampista ivoriano è storia vecchia e pure nota: per il primo capitolo, bisogna tornare indietro ai tempi dell’Atalanta e all’estate 2017. Poi, passato al Milan, dall’altra parte del Naviglio grande ci fu qualche approccio e un tentativo di scambio, mettendo dentro anche Vecino e Nainggolan. Nulla di fatto. Oggi le prospettive dei diretti interessati sono diverse. Kessié guadagna cifre da top player, 6 milioni e mezzo netti a stagione. Numeri che l’Inter ha toccato solo per alcune eccezioni (per esempio, la discussione per il rinnovo di Skriniar ruota attorno a cifre simili). Servirebbe, appunto, lo strappo alla regola. E soprattutto, l’apertura del Barcellona al prestito. Un incastro non semplice, calcolando che Kessié è legato ai blaugrana fino al 2026 e ha una clausola rescissoria da 500 milioni.