Commenta per primo

Dopo la vittoria nel derby contro il Milan, il tecnico dell'Inter Claudio Ranieri parla ai microfoni di Sky: "Contro Juve, Napoli ed Udinese avevamo sempre preso gol alla prima disattenzione e per questo oggi volevo che la squadra fosse compatta in mezzo per poi ripartire. Nel primo tempo non siamo stati molto precisi, mentre nella ripresa siamo andati molto meglio".

Questa vittoria certifica la ritrovata grandezza dell'Inter?
 "Stiamo facendo passi da gigante. Era importante vincere contro il Milan perché è la prima vittoria con una grande in questo campionato. Fino ad oggi infatti non eravamo mai riusciti a fare risultato contro le prime. Stiamo giocando bene e oggi siamo stati molto concentrati fin dall'inizio. Non pronunciamo la parola scudetto, ma ci stiamo rilanciando per le zone alte della classifica dopo un inizio difficile. Davanti corrono molto e noi stiamo cercando di scalare la classifica un passo alla volta. Adesso il nostro obiettivo è centrare un posto in Champions League".
 
E' preoccupato per un possibile calo fisico verso primavera?
"No. Noi ci alleniamo sempre al massimo durante tutta la settimana, nonostante ormai si giochi sempre e a ritmi serrati. La preparazione rispetto a una volta è cambiata totalmente. Ora iniziano nuovamente la Champions League e la Coppa Italia e quindi c'è poco tempo per allenare il fondo. I giocatori si tengono in forma giocando".
 
La maggior scelta è un vantaggio o uno svantaggio in questa situazione?
"Quando ho tanti giocatori da scegliere per me è un vantaggio. Ho recuperato due grandi campioni come Sneijder e Forlan che ora dovranno inserirsi in questo nuovo modulo. Dovranno avere pazienza, ma sono certo che saranno molto importanti per noi".
 
Dopo questo derby arriverà Tevez?
"Mai dire mai", dice sorridendo il tecnico dell'Inter.