Respinto il ricorso di Christian Vieri, per un maggior risarcimento, intentato dall'ex attaccante contro Telecom Italia e Inter, per essere stato intercettato quando giocava in maglia nerazzurra. Con la sentenza n. 17036/2018 (depositata ieri) i giudici della Cassazione hanno ritenuto inammissibile il ricorso contro la decisione della Corte di appello di Milano, che aveva ridotto a 80 mila euro il risarcimento in favore di Bobo. I giudici di primo grado avevano condannato le due società in solido al pagamento di risarcimento di un milione in favore di Vieri, ma ieri la Cassazione ha confermato gli 80 mila euro del secondo grado.