96
Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l'ex tecnico del Milan, Arrigo Sacchi, ha espresso la propria opinione sulla sfida persa dai rossoneri contro l'Inter. 

L’Inter ha costruito il successo sul gol iniziale di Lautaro.
«Esatto, ha aperto subito la partita con un bel gol di Lautaro e poi ha puntato sul contropiede. Ma a proposito del primo gol di Lautaro, chi lo marcava? Il Milan è stato troppo disattento e la dimostrazione si è avuta anche in occasione del raddoppio».

Nel primo tempo si sono viste le squadre allungarsi in modo impressionante.
«A un certo punto, dico la verità, mi sembrava una partita tra scapoli e ammogliati. Con queste modalità l’Inter è avvantaggiata rispetto al Milan, perché può sfruttare la maggiore qualità tecnica e la maggiore esperienza. Il Milan, soltanto se è compatto, se gioca “di squadra”, come un vero collettivo, può dire la sua. Altrimenti non c’è il pressing, non c’è l’organizzazione, non c’è la sinergia tra i reparti e tra i singoli. Se i rossoneri sono sparpagliati per il campo, mostrano tutti i loro limiti».