220
L'Inter non molla Alexis Sanchez, ha presentato le sue offerte ai Red Devils e ora aspetta pazientemente che il lavoro dell'agente Fernando Felicevich dia i suoi frutti in modo da regalare ad Antonio Conte il tanto agognato secondo rinforzo nel reparto offensivo. Cosa manca però per chiudere l'operazione? C'è il rischio che si possa slittare all'inizio della prossima settimana?

L'INGAGGIO - Il nodo più importante su cui le parti stanno ancora trattando e che non convince il Manchester United è ovviamente legato allo stipendio del cileno. L’Inter ha un tetto di 4/5 milioni oltre il quale non può spingersi per coprire l'ingaggio di Sanchez il quale, tuttavia, escludendo gli stipendi di luglio e agosto (già pagati di fatto dal club inglese) dovrebbe incassare ancora 10 milioni (bonus esclusi) di fatto i Red Devils si troverebbero a dover garantire il 50% dell'attuale ingaggio.

L'INTER ASPETTA - L'accordo sulle cifre è invece già stato trovato perché il giocatore, in caso di accordo sull'ingaggio, arriverà a Milano in prestito oneroso a circa 3 milioni e un diritto di riscatto fissato intorno ai 17/18 per un totale sostanzialmente di 20 milioni. Il Manchester United domani scende in campo contro il Crystal Palace e nuovi contatti saranno difficili da portare avanti. Oggi, quindi, potrebbe essere il giorno della svolta. Conte ha fretta, l'Inter invece no ed è disposta ad aspettare anche l'inizio della prossima settimana per chiudere alle giuste condizioni.

SOLSKAER CONFERMA -
Anche l'allenatore del Manchester United, Ole Gunnar Solskjaer ha confermato la negoziazione in conferenza stampa: "Stiamo trattando" (LEGGI QUI).

GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. 
Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com