200
Inter-Sassuolo 0-0

INTER

Handanovic 7
: Attento su Berardi al 19', non si lascia sorprendere un minuto più tardi dal tiro velenoso di Boateng. Decisivo sul colpo di testa dell'ex Milan in avvio di ripresa. Che miracolo nel recupero sul tiro di Boga!

D'Ambrosio 6,5: Vince il ballottaggio con Vrsaljko e non tradisce la fiducia di Spalletti; annulla Djuricic e si fa vedere in avanti. Straordinaria palla con il mancino per Perisic al 27'. Soffre nel finale la rapidità di Boga.

De Vrij 6: Lotta spalla a spalla con Boateng, che nel primo tempo lo sorprende in un paio di occasioni. Nella ripresa, cresce e concede solamente il colpo di testa al 56' a Boateng, tenendolo a distanza di sicurezza dall'area di rigore.

Skriniar 6: In ritardo su Boateng, si fa sorprendere alle spalle da Locatelli al 13'. Deve aiutare Asamoah, che soffre tremendamente la vivacità di Berardi.

Asamoah 5,5: Prova a farsi vedere in avanti, ma deve fare grande attenzione al pericolo Berardi, che non gli permette di accompagnare l'azione offensiva. L'ex Juve viene saltato con continuità dall'attaccante del Sassuolo e soffre gli inserimenti di Lirola, che crea spesso superiorità numerica. 

Vecino 5,5: Tanti inserimenti nell'area avversaria. Va a un passo dalla rete del vantaggio al 17' con un colpo di testa sul cross di Brozovic, poi esce dalla partita. Nel finale viene sostituito. 

Dal 36' s.t. Borja Valero sv
 
Brozovic 5,5: Soffre la fisicità di Duncan e sbaglia qualche passaggio di troppo, non riuscendo a muovere con rapidità il pallone e gestire la manovra nerazzurra. Ammonito per un intervento in ritardo su Rogerio.

Joao Mario 5: Mai in partita, nel primo tempo svaria alla ricerca della posizione giusta. Lascia il campo a Nainggolan al 60'.

Dal 15' s.t. Nainggolan 5: In ritardo di condizione, non riesce a incidere. Prova a farsi vedere, ma tocca pochissimi palloni.

Politano 6: Grande ex della sfida, sfiora la rete al 31' con un taglio perfetto sul primo palo: il suo ex compagno Consigli è attento e mette in angolo. Al 79' recupera un'ottima palla e serve in area Icardi, ma l'argentino scivola.

Dal 36' s.t. Lautaro 6: Pochi minuti a disposizione, ma ha una grande chance con un colpo di testa dall'interno dell'area di rigore, che però è troppo centrale. 

Icardi 4,5: Dopo il gol contro il Benevento, il capitano dei nerazzurri sfodera una brutta prestazione. Sbaglia il controllo al 41', sprecando una buona opportunità, mentre al 71' è tutto solo ma non riesce a impattare bene il pallone con la testa in area di rigore. Scivola in occasione del contropiede gestito da Politano nel finale.

Perisic 5: Parte a rilento, poi va vicinissimo al gol con un inserimento perfetto sull'assist di D'Ambrosio. Il suo destro è largo di un niente alla destra della porta di Consigli. Offre una grande palla per Politano al 31'. Nel secondo tempo non è mai pericoloso.

SASSUOLO

Consigli 6,5:
Dopo l'ottima prestazione nella gara dello scorso anno proprio a San Siro, si ripete: miracoloso su Politano al 31', risponde presente in occasione della conclusione improvvisa di Vecino dall'interno dell'area di rigore al 40'. 

Lirola 6: Si fa saltare in un paio di occasioni da Perisic, ma non sfigura di fronte al croato. Bravo anche in fase offensiva con un paio di cross pericolosi.

Magnani 6,5: Sempre preciso e puntale quando viene chiamato in causa, sfodera una grande prestazione. Icardi prova a svariare sul fronte d'attacco, ma lui e Peluso annullano l'attaccante argentino.

Peluso 6,5: Vince il ballottaggio con Ferrari per sostituire l'infortunato Marlon. Fa valere la sua fisicità con Icardi, che non è mai pericoloso. In avvio di ripresa sfiora l'autogol a causa di un'incomprensione con Consigli. 

Rogerio 6,5: Bravo nel contenere un cliente scomodo come Politano, accompagna molto spesso l'azione offensiva mettendo in seria difficoltà la difesa dell'Inter. Dimostra grande personalità nonostante la giovane età. 

Duncan 6: Buona prestazione del prodotto del vivaio nerazzurro. Si muove tra le linee avversarie e creare non pochi problemi a Brozovic.

Dal 28' s.t. Bourabia 6: Entra subito nel match e prova a dare maggiore qualità alla manovra offensiva del Sassuolo.

Sensi 6,5: Sempre nel vivo del gioco degli emiliani, nel primo tempo si abbassa di qualche metro per sfuggire al pressing degli avversari. Muove molto bene la palla, con il centrocampo dell'Inter che va in affanno. Si becca il giallo per un brutto fallo su Perisic e salterà la sfida contro il Cagliari. Esce per un problema fisico.

Dal 31' s.t. Magnanelli 6: Si piazza davanti alla difesa nel tentativo di fare da filtro agli inserimenti dei centrocampisti nerazzurri.

Locatelli 5,5: L'ex Milan vince il ballottaggio con Bourabia e Magnanelli. Spreca la prima grande chance del match con un destro dal limite dell'area che termina di poco a lato, poi qualche buona giocata in mezzo al campo e poco altro.

Berardi 6,5: Match-winner della gara d'andata, mette in grande difficoltà Asamoah, costringendolo a rimanere bloccato e curare maggiormente la fase difensiva. Ci prova dopo 5 minuti con un tiro dalla lunga distanza e al 19', con Handanovic che non si lascia sorprendere. Ancora pericoloso al 24' al termine di una splendida azione corale: il suo sinistro sfiora l'incrocio dei pali. 

Boateng 6,5: Tornato dal 1' dopo quasi due mesi, dimostra di essere una pedina fondamentale nello scacchiere tattico di De Zerbi. Sfiora la rete con un tiro a giro nel primo tempo e un colpo di testa da pochi passi in avvio di ripresa; si abbassa e lavora molto per la squadra, come dimostra l'ottima sponda per Locatelli al 13'.  

Djuricic 5: Schierato al posto dell'acciaccato Di Francesco, si fa vedere in avvio con un paio di seprentine. Poi sparisce dal match, con De Zerbi che lo sostituisce al 62'.

Dal 17' s.t. Boga 6: De Zerbi lo inserisce per dare maggiore vivacità sulla sinistra; l'ivoriano impensierisce D'Ambrosio e per poco non realizza il gol della vittoria nel finale.

@AleDeFelice24