L'Inter non ha mai aperto realmente la porta alla sua cessione e sebbene non abbia mai confermato a mezzo stampa la volontà di blindarlo a lungo, da questa notte allo scoccare della mezzanotte, il futuro di Mauro Icardi ha una certezza in più: chiunque voglia provare a comprarlo dovrà passare attraverso una trattativa con il club nerazzurro che, invece, sta programmando il suo futuro e quello dell'attaccante ancora insieme.

CLAUSOLA SCADUTA - Sì perchè dalla mezzanotte di oggi la clasuola rescissoria di Mauro Icardi e che avrebbe concesso a qualunque club estero di acquistare il giocatore dietro il pagamento unilaterale di 110 milioni di euro è ufficialmente scaduta. Da oggi, quindi, chiunque voglia provare ad acquistare il capitano nerazzurro sarà chiamato a trattare direttamente con i nerazzurri che, ovviamente, potranno alzare il valore di mercato del suo cartellino.

ORA IL RINNOVO, MA SENZA FRETTA - Capitano che, non a caso, negli ultimi giorni ha aumentato il numero di messaggi pubblici e sui social di amore nei confronti del club nerazzurro. Icardi si sente legato all'Inter e l'Inter al suo capitano e per questo, senza fretta alcuna, si siederà attorno a un tavolo con la moglie e agente Wanda Nara per discutere un rinnovo a cifre superiori rispetto a quelle da 5,5 milioni di euro annui percepiti finora. Un rinnovo in cui si dovrà anche modificare il valore della clausola rescissoria scaduta questa notte. L'Inter spinge per alzarla oltre 160 milioni il giocatore in cambio chiede uno stipendio che superi quota 7. Si tratterà, ma senza fretta e con un occhio alla Uefa.