Commenta per primo

 

Da sabato Wesley Sneijder ha una tifosa in più. È Elisabetta Savazzi, 29enne, consulente, "nata e cresciuta a Milano" soccorsa dall'olandese dell'Inter dopo un incidente in via Monte di Pietà, nel cuore di Milano. "Non era tenuto a farlo, ma è rimasto con me ad aspettare l'ambulanza tenendomi compagnia: si è dimostrato uno sportivo vero anche fuori dal campo". l'incidente - Sabato Elisabetta era a bordo del suo motorino in via Monte di Pietà, tra la Scala e via Montenapoleone. "L'asfalto era bagnato - ricorda la donna, che nell'incidente ha rimediato solo qualche ammaccatura -, io ho sterzato per evitare una buca e sono finita a terra. Ho sentito la macchina dietro di me inchiodare. Sono stata subito soccorsa da una coppia, poi è arrivato questo ragazzo, che mi hanno detto essere quello che guidava la macchina che si è fermata di colpo dietro di me. Indossava una tuta dell'Inter, ma non l'ho riconosciuto subito nonostante io sia una tifosa interista.

La coppia ha chiamato l'ambulanza ed è rimasta con me per tutto il tempo, così come il ragazzo con la tuta dell'Inter. Mi hanno tenuto compagnia, rimanendo a fare quattro chiacchiere in attesa dell'ambulanza, che ci ha messo un po' di tempo visto che non ero in pericolo di vita: da quello che diceva ho capito che era Sneijder. La coppia non l'ha riconosciuto, ma le persone che erano lì vicino si sono fermate per farsi una foto con lui. Alla quinta foto la coppia gli ha chiesto se fosse un calciatore, e lui ha detto di sì". 

"Sneijder mi ha parlato di quanto si trovi bene a Milano e di come sentisse che fosse suo dovere fare quello che stava facendo, anche per rispetto ai tifosi. Non mi aspettavo tanta gentilezza e il suo comportamento mi ha stupito in positivo: non era obbligato a rimanere con me, considerato chi è e che non ha causato lui l'incidente, eppure è rimasto con me per tutto il tempo. Lo ringrazio: mi ha fatto molto piacere trovare ancora persone normali nonostante quello che ha fatto. Si è dimostrato uno sportivo vero, sia in campo che nella vita". Sneijder ed Elisabetta non sono rimasti in contatto, ma la donna conta presto di andare a San Siro a vedere una partita dell'Inter: "Mi piacerebbe molto - dice -. Ieri sera ho visto in tv la partita contro il Bari e mi ha fatto davvero piacere com'è andata"