174
L'Inter, dopo aver chiuso i per due parametri zero di lusso come Asamoah, arrivato dalla Juventus, e de Vrij, preso dalla Lazio nonostante la corte di mezza Europa, e per il talentino argentino Lautaro Martinez, in questo giugno dovrà concentrarsi sulle plusvalenze da fare per rispettare quelli che sono i paletti della Uefa e del Fair Play Finanziaro. Dal primo luglio, poi, via al mercato vero e proprio, con tre nomi sul taccuino di Ausilio: Chiesa, Nainggolan e Dembelé. Ma il vero sogno è il primo. 

ALLEATO PER CHIESA - L'esterno della Fiorentina e della Nazionale è l'obiettivo numero uno per le fasce. Può giocare sia a destra che a sinistra, l'Inter lo sta pressando in maniera indiretta. Come scrive la Gazzetta dello Sport, Juve e Napoli stanno facendo sul serio (i bianconeri hanno offerto 55 milioni di euro più i cartellini di Pjaca e Mandragora), ma l'Inter sta chiedendo pazienza al ragazzo, pronti a fare uno sforzo da 60 milioni di euro (dopo aver rispettato i paletti del FFP). La società nerazzurra, poi, sa di avere un alleato speciale, il padre di Federico, Enrico Chiesa: il suo piano è quello di far restare il ragazzo un altro anno in viola, ma se dovesse per forza partire ecco che l'Inter sarebbe la sua meta preferita. E l'Inter c'è.