20 aprile 2010-20 aprile 2018. Otto anni fa l'Inter scrisse una delle pagine più belle ed emozionanti della propria storia, battendo 3-1 in rimonta il Barcellona di Guardiola a San Siro nell'andata della semifinale di Champions League. Una competizione che manca tantissimo a tifosi, calciatori e società. Non a caso l'obiettivo (fallito nelle ultime sei stagioni) è proprio quello di tornare nell'Europa che conta. 

L'Inter è quinta in classifica, un punto dietro a Roma e Lazio, quindi ancora in piena corsa. A cinque giornate dalla fine del campionato, i nerazzurri hanno raccolto già un punto in più dell'anno scorso (63-62), quando arrivarono settimi a -24 dalla zona Champions. Gran parte del merito va riconosciuto a Spalletti, riuscito (senza tutti i rinforzi che gli erano stati promessi) nell'impresa di dare equilibrio e solidità alla squadra. Basti guardare il dato dei gol subiti: 49 l'anno scorso e ora 22, la seconda miglior difesa del campionato dopo la Juventus (18). 

Icardi e compagni sono padroni del proprio destino: sulla loro strada ci sono Chievo, Juve, Udinese, Sassuolo e Lazio. Cinque gare da non sbagliare per tagliare il traguardo e tornare a sognare grandi notti da Champions, come quella col Barcellona. Lo stesso avversario appena eliminato dalla Roma, ex squadra di Spalletti. Un passo per volta: #InterIsComing, ma anche Suning dovrà fare la sua parte sul mercato.