143
Ultimo giorno di isolamento domiciliare forzato per l’Inter: nessun nerazzurro ha manifestato sintomi che riconducessero al coronavirus, dunque la quarantena forzata, dovuta ai casi di positività degli juventini Rugani, Matuidi e Dybala (affrontati in Juve-Inter dell'8 marzo) è finita. I giocatori sono liberi di uscire, seppur sottostando alle disposizioni del governo. Questo per chi resta in Italia. Infatti, dopo la Juve, che ha permesso ad Higuain, Pjanic e Khedira di lasciare l’Italia, anche l’Inter ha dato l’autorizzazione ai propri calciatori stranieri - privi di sintomi - di fare ritorno in patria.

BROZOVIC DALLA FAMIGLIA - Il primo pronto a partire è Marcelo Brozovic, provato dal terremoto di magnitudo 5.4 che ha colpito nella mattina di domenica Zagabria, la città dove è nato e dove tuttora vive la sua famiglia. Il centrocampista in questo periodo si è allenato in casa, ma nella capitale croata ha tutti i familiari più stretti, oltre a tanti amici e parenti. Per questo, finito l’isolamento, ha deciso di partire immediatamente per la Croazia, per star vicino ai suoi affetti più cari in un momento per loro difficile.
ANCHE VECINO E GODIN - Non solo Brozovic. Anche Matias Vecino e Diego Godin sono in partenza. Secondo quanto appreso da Calciomercato.com i due sudamericani sono pronti a tornare in Uruguay, dove la situazione coronavirus è al momento molto migliore rispetto all’Italia. Una scelta dovuta a una ricerca di maggiore serenità, personale e per le proprie famiglie, che in larga parte risiedono in patria. Tutti i giocatori proseguiranno gli allenamenti da casa, come da programma.

@andreasereni90