Commenta per primo

Circola da un po' di ore l'indiscrezione secondo la quale, nei continui contatti tra Inter e Genoa, si sarebbe parlato non solo di un clamoroso ritorno a Genova di Diego Milito, ma anche di un altro ex rossoblù tanto caro a Gasperini, ovvero Thiago Motta. Abbiamo allora provato a sentire sul'argomento il procuratore del centrocampista, che si è detto stupito da tali voci: "Non so nulla dell'incontro tra Inter e Genoa dove si sarebbe anche parlato di Thiago Motta - ha detto a FcInterNews -. E' una cosa che ho appreso dai giornali e della quale non sono informato. Qual è la situazione del ragazzo? Siamo fermi a venti giorni fa: lui si sta allenando, come suo solito, ha due anni di contratto e non ha mai chiesto di andare via. Questo è quanto: di più non c'è nulla...".

Ovviamente spesso le dichiarazioni dei procuratori sono di circostanza, per non rivelare una trattativa, o semplicemente non sono stati informati dalle società di eventuali incontri. Quel che è certa è la volontà del ragazzo di restare all'Inter, come più volte ribadito da lui stesso o dal suo agente, e l'imminente rientro in gruppo. Dopo essersi allenato a parte a Pinzolo, infatti, Motta è tornato con il resto della comitiva e nella Dublin Cup tornerà a disposizione del tecnico che tanto lo ammira. Sarà interessante anche vedere dove verrà posizionato nel 3-4-3 di Gasperini, magari in posizione centrale al fianco di Sneijder, che invece agirà da regista, oppure davanti la difesa in un eventuale 3-5-2 per far spazio anche a Cambiasso in mezzo al campo (quando rientrerà). Problemi di abbondanza che Gasperini dovrà risolvere in queste prime sgambature non ufficiali.