108
Un colpo di primissimo piano, di livello internazionale, in grado di far fare il salto di qualità al centrocampo e uno giovane, di grande prospettiva capace di crescergli affianco. La strategia di mercato dell'Inter per la propria linea mediana è ben definita e non si limiterà, quindi ad un solo innesto. Il sogno per il colpo top continua ad essere Ilkay Gundogan, mentre per l'acquisto di prospettiva il casting è ben più ricco di nomi.

ANCHE VAN DE BEEK NEL MIRINO - Anche l'Inter è rimasta stregata dalle imprese recenti dell'Ajax e fra i tanti talenti del club di Amsterdam ce n'è uno che sta scalando il gradimento degli uomini mercato nerazzurri. Si tratta di Donny van de Beek, già proposto in passato, vicino al Milan due estati fa e corteggiato da mezza Europa. L'agente nei giorni scorsi ​ ha confermato che tanti club italiani si sono interessati e fra questi c'è proprio l'Inter. Il costo del suo cartellino si aggira oggi introno ai 50 milioni, tanti, ma in budget rispetto alle alternative che i nerazzurri stanno valutando. 

LE IDEE ITALIANE - In budget, dicevamo, perché le alternative made in Italiy che l'Inter sta valutando non si discostano più di tanto dai 50 milioni chiesti dall'Ajax per van de Beek. Il sogno è e resta Nicolò Barella per cui l'Inter sta portando avanti contatti da oltre 2 mesi. I colloqui col Cagliari per l'inserimento di contropartite tecniche non si sono mai fermati e le parti si riaggiorneranno su una valutazione che per l'Inter non può superare i 40 milioni. L'alternativa più credibile è invece Lorenzo Pellegrini con cui la Roma sta trattando il rinnovo e per cui la valutazione è già fissata all'interno del suo contratto. Il classe '96 ha infatti una clausola rescissoria da 30 milioni (pagabili anche in due rate da 15 milioni l'una), ma il club nerazzurro potrebbe inserirlo in un'operazione di più ampia portata che comprende anche Edin Dzeko e l'inserimento di contropartite tecniche gradite ai giallorossi.