14
Alle prese con il recupero dopo l'operazione per la ricorstruzione del legamento crociato del ginocchio sinistro, Zinho Vanheusden ha parlato alla tv belga RTBF: "Se ho qualità o no lo devono dire l'allenatore e gli altri, io devo solo lavorare ogni giorno per migliorare, perché ci sono ancora molti aspetti dove crescere ancora. Cerco sempre di anticipare gli attaccanti, di sapere cosa faranno. Il mio allenatore mi ha già detto di non anticipare troppo, perché la cosa può ritorcersi contro di me".

TRA SERGIO RAMOS E BONUCCI - "A chi mi ispiro? Il mio idolo è Sergio Ramos, ma in Italia mi chiamano piccolo Bonucci e per me è un grande complimento: lui e Ramos sono i migliori difensori del mondo. Spero di continuare a fare bene sia nella nazionale Under 21 belga che nell'Inter. Potermi allenare con grandi campioni e un tecnico come Luciano Spalletti mi aiuta molto. Bonucci ha lasciato l'Inter ed è esploso a Bari? Mi hanno raccontato questa storia: era all'Inter come me e poi è andato via, ora è uno dei migliori difensori del mondo. Ma ogni giocatore è diverso: io sono Zinho e lui è Bonucci, non si possono fare paragoni. Su cosa insiste Spalletti? Sulla tattica, su come posizionarmi; devo ancora lavorare su molti aspetti".