26
"Vecino? In questo momento lui e Sensi hanno avuto meno spazio, ma ho parlato con loro e per me sono due calciatori che terrei sempre con me. Se rimarranno troveranno spazio, poi se vogliono giocare sempre capiremo". Simone Inzaghi ha parlato così alla viglia della sfida con l'Atalanta, di fatto aprendo alla cessione dei due centrocampisti entro la fine di gennaio. Sull'ex Sassuolo c'è il forte interesse della Sampdoria, per l'uruguaiano, dopo il no al Genoa, resta viva l'ipotesi Lazio. Maurizio Sarri spinge per averlo in rosa fin da subito, senza aspettare giugno, quando scadrà il contratto con i nerazzurri, ma al momento, nonostante la disponibilità del giocatore e del suo entourage a parlarne, ci sono due ostacoli. 

L'ASSIST DI MURIQI - Il primo è di natura economica, con l'inter che vorrebbe un indennizzo, tra i 2 e i 3 milioni di euro. Il secondo è legato all'indice di liquidità, vera spada di Damocle della Lazio. Al momento il club di Lotito non può assumere nuovi impegni finanziari (acquisti di nuovi giocatori con relativi stipendi, ma anche rinnovi contrattuali di propri giocatori in scadenza di contratto) perché il rapporto tra attività correnti e passività supera lo 0,6. La situazione può essere risolta grazie a ​Vedat Muriqi, per il quale ci sono diverse opzioni in piedi: Turchia, Inghilterra, con il West Bromwich interessato, e soprattutto Russia, dove piace al Cska Mosca. La sua partenza aprirebbe le porte del mercato alla Lazio.