240
Effetto domino sul mercato degli attaccanti. L'Inter ha praticamente definito la cessione di Romelu Lukaku al Chelsea per 115 milioni di euro e ha già ricevuto il sì di Dzeko, disposto a firmare un contratto biennale da 6 milioni di euro netti a stagione fino a giugno 2023. Poi i nerazzurri prenderanno un'altra punta: la priorità è il colombiano Duvan Zapata dell'Atalanta, l'alternativa è l'argentino Joaquin Correa della Lazio. Due elementi con caratteristiche molto diverse, ma con costi abbastanza simili. 

GLI EREDI - Atalanta e Roma puntano l'inglese Tammy Abraham del Chelsea, che però (nonostante il club di Abramovich preferisca cederlo all'estero) vorrebbe restare in Premier League e in questo senso sta trattando con l'Arsenal. In tal caso i bergamaschi virerebbero sul brasiliano Cunha dell'Hertha Berlino, mentre i giallorossi valuterebbero le candidature di Icardi (PSG), Isak (Real Sociedad) e Azoum (Zenit). Quest'ultimo non ha ancora concluso la trattativa con i tedeschi del Bayer Leverkusen. Possibile futuro in Bundesliga per l'italiano Gianluca Scamacca (rientrato al Sassuolo dal prestito al Genoa), nel mirino dell'Eintracht Francoforte che ha perso Jovic (proposto alla Roma dopo essere tornato al Real Madrid per fine prestito) ed è stato eliminato dalla coppa di Germania dal Waldhof Mannheim (terza divisione). In arrivo c'è il norvegese del Milan, Hauge. In uscita dall'Eintracht c'è l'esterno sinistro serbo Filip Kostic, cercato dalla Lazio, che però prima deve cedere Correa. Infine Belotti del Torino rappresenta un'alternativa valida sia per l'Atalanta, sia per la Roma.