1
Guai a parlare di mercato in casa Inter, lo ha spiegato ieri Antonio Conte, che ha eliminato il verbo “volere” dal proprio vocabolario. Questo è quanto scrive la Gazzetta dello Sport. 

“Alla lettera V, togliere una riga. «Il verbo volere non esiste»: qui non siamo alla revisione della lingua italiana, Antonio Conte ha dipinto perfettamente il quadro di un club che guarda al mercato più o meno come chi sogna sei numeri la notte e spera di sbancare al Superenalotto il giorno dopo. Ma poi c’è la realtà. E la realtà dice che alla guerra scudetto – non s’offenda nessuno, si ragiona in termini sportivi – il tecnico va fino in fondo con questo esercito, con pregi e difetti in mostra fin qui”.