142
Diario nerazzurro. Venerdì 21 luglio 2017. Passato il primo mese dell'estate, oggi l'Inter gioca la prima partita della tournée in Cina contro lo Schalke. Che evoca ricordi agrodolci: dalla finale di Coppa Uefa 1997 persa ai rigori a San Siro (con mister Roy Hodgson riuscito nell'impresa di far incazzare Zanetti) alla rivincita dell'anno dopo con gol del Fenomeno Ronaldo all'andata e al ritorno in Germania ai tempi supplementari colpo di testa vincente di Taribo West, che festeggia danzando insieme al connazionale Kanu, fino al crollo nella Champions League 2011 perdendo 5-2 in casa rimontati dopo l'eurogol-lampo di Stankovic a Neuer da centrocampo. 

EPPUR SI MUOVE... - Tornando all'attualità, manca un mese all'inizio del campionato. Gli arrivi di Skriniar e Borja Valero non bastano per riaccendere l'entusiasmo fra i tifosi. Il mercato dell'Inter non decolla, eppur si muove... Suning ha riorganizzato la dirigenza, che quest'anno sta seguendo una linea comune senza farsi influenzare dagli umori della piazza. In questo senso non aver risposto subito d'istinto ai botti pirotecnici del Milan può non essere un male. Sabatini e Ausilio hanno messo in piedi diverse trattative importanti e ora stanno stringendo i tempi per chiudere il cerchio. 

AMALA! - Spalletti avrà i rinforzi richiesti. A prescindere da chi arriverà e quando, il popolo nerazzurro è chiamato all'ennesimo atto d'amore verso la propria squadra: abbonarsi allo stadio quasi a occhi chiusi. A fine luglio scade il termine per fare la tessera in alcuni settori (primo anello verde e blu). Non a caso in questi giorni dagli uffici di San Siro stanno partendo migliaia di telefonate ai tifosi che non hanno ancora rinnovato l'abbonamento dell'anno scorso. Rifatelo subito, senza aspettare i colpi di mercato promessi da Suning. Non ve ne pentirete: ci sarà da divertirsi. Altro che circo, come definiscono la società nerazzurra i "simpatici" tifosi delle squadre rivali. Ridete finché potete. #InterIsComing: "Sola non la lascio mai"

@CriGiudici