Commenta per primo

Tutti giù dal carro! Dopo sette anni di trionfi, alla prima stagione da 'zero titoli' è subito ripartito il solito tiro al bersaglio contro l'Inter. D'altronde c'era da aspettarselo, perché salire sul carro dei vincitori di turno ormai è diventato lo sport nazionale. Una cosa sono le critiche costruttive, ben diverso è prendere per i fondelli con dell'ironia da quattro soldi un presidente che, considerando tutto ciò che ha fatto e che farà per il bene della sua Inter, non si meriterebbe un trattamento del genere ma solo una parola: GRAZIE.

Il popolo interista non conosce mezze misure, soddisfazioni e delusioni si alternano sempre alla massima potenza: per la serie, piuttosto che una vita piatta, è meglio viaggiare sulle montagne russe. Proprio in momenti come questi si vedono i veri cuori nerazzurri: troppo facile farlo solo quando si vince, ora i tifosi hanno il dovere di stare vicini alla loro squadra. Come? Innanzitutto riempiendo San Siro il prossimo 13 marzo, quando si giocherà la gara di ritorno col Marsiglia in Champions League. Comunque vada a finire, se i giocatori daranno l'anima in campo, sarebbe bello vederli uscire tra gli applausi. Pazza Inter amala!