77
Un mercato da otto. Alexis Sanchez e Biraghi si aggiungono a Godin, Lazaro, Sensi, Barella, Bastoni e Lukaku. In casa Inter il numero degli arrivi corrisponde a quello delle partenze: Vrsaljko, Cedric Soares, Keita, Miranda, Nainggolan, Perisic, Joao Mario e Dalbert. Le prime tre uscite sono dovute a mancati riscatti dai prestiti, invece gli altri cinque erano stati acquistati a titolo definitivo. 

Tutto sommato Miranda, Perisic e Nainggolan hanno dimostrato il loro valore a San Siro. Invece non si può dire altrettanto per Joao Mario e Dalbert, tanto che diversi tifosi nerazzurri hanno esultato per le loro cessioni. Eppure non erano stati pagati poco, anzi. Joao Mario è costato 40 milioni, il doppio di Dalbert. A metà strada come dimenticare Gabigol? In totale questi tre calciatori di lingua portoghese sono stati pagati ben 90 milioni di euro! 

Ma almeno per il momento non hanno fatto registrare minusvalenze sul bilancio: trasferiti in prestito, sono ancora di proprietà dell'Inter. E il Flamengo è disposto a riscattare a titolo definitivo Gabriel Barbosa per 18 milioni di euro. Tutti e tre sono un po' "molli" fisicamente e abbastanza indisciplinati tatticamente, in pratica non vanno bene per un allenatore grintoso e perfezionista come Conte. Accontentato da Marotta in tutte le "doppie" operazioni di mercato tranne una: Dzeko che non è arrivato e Icardi che è ancora a Milano. Contro tutto e contro tutti.