Commenta per primo

A Cagliari in emergenza. L'Inter si riaffaccia al campionato con diversi problemi fisici. Invece di ricaricare le pile, la sosta ha restituito una squadra incerottata: basti pensare agli infortuni in nazionale dei vari Milito, Cambiasso, Mariga e perfino Suazo.

Benitez può sorridere per i rientri di Samuel e capitan Zanetti, mentre Thiago Motta è recuperabile solo per la panchina. Come se non bastasse, resta in forte dubbio pure Pandev. Il reparto più in difficoltà sembra così l'attacco, dove a disposizione è rimasto soltanto Eto'o.

Non tutti i mali vengono per nuocere. Il leone camerunese, schierato come unica punta centrale, ha già dimostrato di essere letale in zona gol. Dietro di lui scalpitano i giovani Coutinho e Biabiany, che domenica a pranzo avranno un'altra occasione per mettersi in mostra e guadagnare fiducia. In ogni caso quella in terra sarda resta una trasferta pericolosa e ricca di insidie, un esame duro da superare a pieni voti.

Siamo solo nella fase iniziale di una stagione che si annuncia lunga e faticosa. Per evitare brutte sorprese nei momenti decisivi, urgono rinforzi. A gennaio si riapre il mercato: la società è alla finestra in attesa di cogliere al volo l'occasione giusta.