Commenta per primo

Encefalogramma piatto. Dopo il Novara a San Siro passa anche il Bologna, che senza strafare vince addirittura 3-0 e fa sprofondare l'Inter in una crisi sempre più profonda. I nerazzurri in campo provano a impegnarsi, ma giocano da singoli e non da squadra: il risultato è una confusione generale, in cui Ranieri ci mette del suo con alcune scelte tattiche discutibili. Forlan parte largo sulla sinistra, dove nella ripresa viene dirottato Sneijder, che aveva iniziato da seconda punta alle spalle di Pazzini. L'erroraccio di Ranocchia è lo specchio di un gruppo che ha smarrito se stesso.

In tribuna c'era Deschamps, che si sarà fregato le mani pensando alla sfida di mercoledì in Champions a Marsiglia. Il presidente Moratti ha lasciato lo stadio furibondo a metà ripresa, così dopo la partita nello spogliatoio si è visto solo l'amministratore delegato Paolillo, che "non capisce di calcio" come dice Oriali.
Proprio l'ex nerazzurro, dagli studi televisivi di Mediaset, ha invitato gli altri dirigenti a prendersi le loro responsabilità. Chiarissimo il riferimento a Branca, colui che lo ha fatto cacciare dall'Inter. Lo stesso Oriali si è poi rivolto al presidente Moratti: "Gli consiglio di non farsi più consigliare, decida lui cosa fare".