101
Hakimi è il primo (grande) colpo di mercato dell'Inter targata 2020/2021, ma di certo non sarà l'unico. I nerazzurri hanno già prenotato Tonali e sempre per il centrocampo non mollano Vidal, poi prenderanno un esterno sinistro (Emerson Palmieri è il primo nome sulla lista della spesa), un difensore centrale (Kumbulla o Izzo) e un paio di attaccanti. Perché la trattativa per la cessione di Lautaro al Barcellona non è morta, anzi. 

Una campagna acquisti del genere fa pensare che Marotta stia operando calcolando già la vagonata di milioni in arrivo dalla Catalogna per l'attaccante argentino. Come aveva fatto quattro anni fa, quando a luglio la Juventus comprò Higuain dal Napoli per 90 milioni, Pjanic dalla Roma per 32 milioni e Pjaca dalla Dinamo Zagabria per 23 milioni prima di cedere Pogba al Manchester United per 105 milioni di euro. Ancora prima, sempre alla Juve, nell'estate del 2001 Moggi prese Buffon, Thuram e Nedved per poi vendere Zidane al Real Madrid. La storia si ripete.