13

Clarence Seedorf medita di fare causa al Milan per chiedere un risarcimento danni e il club rossonero risponde per le rime, infatti l'esonero ufficializzato due settimane fa ha fatto partire una campagna mediatica per screditare l'olandese agli occhi dei tifosi rossoneri. Tassotti e i giocatori, da De Sciglio a Poli passando per Pazzini, fanno a gara a chi parla peggio del loro ex allenatore. Strano, in un mondo di scontate dichiarazioni al miele e soprattutto in uno spogliatoio sempre molto ermetico come quello dell'isola felice milanista... 

INTER - Come se non bastasse, ecco spuntare un'altra voce di mercato: Seedorf si è offerto all'Inter. In questo caso il club del presidente Berlusconi, che da tempo sta cercando di trovare un'altra squadra all'olandese per risparmiare i quasi 10 milioni di euro lordi d'ingaggio che deve pagargli fino a giugno 2016, prende due piccioni con una fava. Oltre a gettare altro fango su Seedorf ('traditore' come Leonardo), allo stesso tempo si destabilizza anche l'ambiente dei cugini nerazzurri, dove mister Walter Mazzarri sta diventando un bersaglio abbastanza facile da colpire. Nonostante la conferma in panchina, il tecnico livornese non ha rinnovato il contratto in scadenza nel 2015, non viaggia sulla stessa lunghezza d'onda dei dirigenti in tema di campagna acquisti e non gode della stima dei tifosi interisti, ancora orfani di Mourinho, autore del neologismo 'prostituzione intellettuale'