460
"Per colmare l'enorme gap con la Juve bisogna fare meglio in campo e sul mercato": parola di Antonio Conte. In attesa del verdetto del rettangolo di gioco, si può già tracciare un primo bilancio parziale sulla campagna acquisti. In particolare per il reparto in cui l'Inter aveva più bisogno di rinforzi: il centrocampo. I campioni d'Italia si sono aggiudicati due stranieri a parametro zero (Ramsey e Rabiot), invece i nerazzurri hanno preso due italiani: Sensi e Barella. 

Si tratta di investimenti tutto sommato abbastanza simili, almeno sotto l'aspetto finanziario. Infatti la Juventus ha messo sotto contratto entrambi i centrocampisti per le prossime quattro stagioni con un ingaggio da 7 milioni di euro netti all'anno. Grazie alla tassazione agevolata prevista dal Decreto Crescita, circa 10,5 milioni di euro lordi a stagione (e non 14 milioni). Per 4 anni fanno 42 milioni a testa. A cui bisogna aggiungere i 3,7 milioni di commissioni agli agenti per Ramsey (classe 1990) e i 10 milioni come premio alla firma per Rabiot (classe 1995). In totale fanno 97,7 milioni di euro. 

Una quindicina di milioni in meno rispetto al doppio colpo dell'Inter. Sensi (classe 1995) è arrivato dal Sassuolo in prestito oneroso per 5 milioni di euro con diritto di riscatto fissato ad altri 20 milioni e ha firmato un contratto per le prossime cinque stagioni da 1,8 milioni di euro netti all'anno. Al lordo l'ingaggio è di 18 milioni più i 25 milioni previsti per il cartellino fanno 43 milioni di euro.
Barella (classe 1997) è arrivato dal Cagliari in prestito oneroso da 12 milioni più altri 25 milioni per il riscatto e 8 milioni di bonus. Firma un contratto quinquennale da 2,5 milioni netti a stagione. Al lordo l'ingaggio è di 25 milioni più i 45 milioni previsti per il cartellino fanno 70 milioni, che uniti ai 43 milioni di Sensi danno un totale di 113 milioni di euro. 

Senza dimenticare che Juventus e Inter possono effettuare un altro colpo di mercato a centrocampo. I bianconeri puntano al ritorno di Pogba dal Manchester United in alternativa a Milinkovic-Savic (Lazio). Quest'ultimo è anche il sogno di Conte, che altrimenti vorrebbe portare a Milano uno tra Vidal (Barcellona) e Van de Beek (Ajax). In ogni caso sarà impossibile accontentare tutti i tifosi: gli stessi che invitavano l'Inter a chiudere l'acquisto di Barella in fretta e a tutti i costi, ora si lamentano per i troppi soldi spesi...