277
Un colpo da sogno. Sandro Tonali ha coronato il sogno da bambino di vestire la maglia del Milan, che a sua volta ha realizzato il sogno di soffiarlo all'Inter. Aggiudicandosi un derby di mercato, visto che sul campo ne ha vinti solo due degli ultimi diciotto in campionato... Sfottò a parte, il trasferimento di Tonali dal Brescia al Milan rappresenta una sconfitta per l'Inter. 

Così come lo era stato quello di un altro giovane talento classe 2000: Kulusevski, passato dal Parma alla Juventus via Atalanta. In questi due casi i dirigenti bianconeri prima e quelli rossoneri poi sono stati bravi a battere la concorrenza dei nerazzurri, che non si nascondono dietro alla favola de "La volpe e l'uva". Come invece fanno spesso e volentieri alcuni loro colleghi quando non riescono a centrare determinati obiettivi: "Ci siamo tirati indietro, non interessa più". 

Detto ciò, va smentita un'altra favola: quella secondo cui Suning non investe sul mercato. Finora in questa campagna acquisti l'Inter ha già speso ben 86,5 milioni di euro: 40 milioni per Hakimi, 25 milioni per Barella, 20 milioni per Sensi e 1,5 milioni per Kolarov. Una cifra in linea con le grandi squadre europee a parte il Chelsea di Abramovich, re indiscusso di questo mercato. Dove tutti (Inter compresa, dopo Vidal bisognerà vendere prima di comprare ancora) stanno facendo i conti con la crisi economica dovuta al coronavirus: basti pensare al fatto che il Real Madrid non ha sborsato un euro...

SCORRI LA GALLERY PER VEDERE LE SPESE DEI TOP CLUB IN QUESTO MERCATO



Chelsea: 223,2 milioni di euro.