69
Ci vorrà del tempo, ma sta prendendo piede il progetto dell'azionariato popolare Interspac. Ne ha parlato in televisione Cottarelli, il fautore di questa idea. L'intervento dell'economista ha illustrato come funzionerà: “L'idea è nata due anni e mezzo fa in realtà, ma all'epoca a Suning non interessava e ci aveva dato un segnale negativo. Adesso questo segnale negativo non è arrivato. Anzi, sembra ci sia interesse nel seguire la vicenda. Intanto abbiamo deciso di allargare questa società che si chiama Interspac ad una cinquantina di tifosi noti per attirare l'attenzione e abbiamo lanciato il questionario che si trova sul sito Interspac.eu dove si può rispondere alle domande su questo. Oggi è l'ultimo giorno, il sondaggio scade alle 23. Sta andando molto bene. Non voglio dare i dati, verranno dati domani. È andato molto bene”. In merito all'eventuale quota di partecipazione: “Nel sondaggio mettiamo diverse possibilità. Una soglia tra i 500 e i 1000 euro. Sicuramente bisognerebbe poi combinare i finanziamenti dei piccoli tifosi con i fondi di un certo numero di imprenditori, come succede al Bayern dove ci sono degli investitori istituzionali: Audi, Allianz ed Adidas". Dopo il sondaggio, la prossima mossa: “Prendere contatto con la proprietà dell'Inter. Vedere se si può lavorare insieme ad un progetto. Il numero di adesioni avute nel sondaggio dà credibilità alle nostre proposte. Naturalmente la discussione richiederà un certo periodo di tempo: non è una cosa che si risolve nel giro di pochi giorni o poche settimane”.